Non ci sono prodotti nel carrello

Chiudi

B&B

Carrara la capitale del marmo

Chianti - colline Carrara, collocata nella Toscana nord-occidentale sul Mar Ligure, è considerata la capitale mondiale del marmo. La fama della città è infatti legata al suo famoso marmo, conosciuto in tutto il mondo fin dall'epoca romana, talmente prezioso da essere chiamato "oro bianco". L'origine del nome di Carrara è anch'esso legato al marmo, infatti si pensa derivi da "Cararia" = luogo dei carri, i carri sui quali venivano trasportati i blocchi di marmo. La città fu ampliata e modificata nel 1557 da Alberico I Malaspina, realizzando una nuova cinta muraria che racchiudeva al suo interno anche i borghi esterni alle mura medievali, Grazzano e Caffaggio, creando all'interno del nuovo impianto piazza Alberica. Grazie alla crescita demografica determinata dallo sviluppo dell'industria lapidea nell'ottocento la città conobbe una nuova espansione territoriale. Nel XIX secolo fu costruito un porto per la spedizione collegato in un primo tempo alla stazione di Avenza e successivamente alla ferrovia marmifera che portava alle cave di marmo.

Castello Malaspina di Carrara (XI sec.) - Accademia di Belle Arti

L'antico castello di Carrara risalente al XI secolo ha rappresentato, da quando nel XIII secolo le forze laiche della città rafforzando la rocca potenziarono l'organizzazione militare del borgo, la conquista dell'autonomia dal potere dei Vescovi del Luni. Successivamente l'edificio difensivo fu trasformato in una stupenda residenza signorile, affiancata dal palazzo del Principe voluto da Alberico Cybo Malaspina nel XVI secolo. Nel 1805 l'edificio diventa la sede dell'Accademia delle belli Arti.

Museo Civico del Marmo

Il museo civico del marmo nasce nel 1982, per iniziativa del comune di Carrara, per raccogliere e documentare la cultura del marmo. Diviso in 6 sezioni interne e un'area esterna che offrono ai visitatori un'immagine articolata e affascinante del patrimonio locale: "archeologia romana e storia del territorio" con reperti storici rinvenuti in cava, la più ricca "Marmoteca" d'Italia, "Archeologia Industriale" con strumenti e macchinari per estrazione e lavorazione del marmo dai romani ad oggi; "Applicazioni Tecniche" , "I Calchi" in gesso e le riproduzioni di icone per il restauro sostitutivo, "Scultura Moderna" con opere in marmo, bronzo e altri materiali.

Il Parco delle Alpi Apuane

Le Alpi Apuane si sviluppano per circa 60 Km lungo la costa del Mar Tirreno attraversando le aree della Versilia, Lunigiana e Garfagnana, ed è conosciuta per i propri marmi, le grandi cavità del sottosuolo carsico e per la presenza di diverse tipologie di rocce che rendono possibile la presenza di ambienti vari e contrastanti, favorendo la ricchezza floristica e faunistica del territorio. Da visitare nel parco: il bacino marmifero e la cava museo di Fantiscritti, il paese di Colonnata a Carrara; il Borgo Medievale di Casola in Lunigiana; Equi Terme con le grotte e le terme, il Canyon del Solco d'Equim il borgo e la valle di Vinca.